IL REGALO PIÙ GRANDE DELLA MIA VITA

 “La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai”. Ma anche se pochi, ce ne sono, buoni e disponibili. È il caso di Isabelle, missionaria della nostra comunità, che ha vissuto i suoi ultimi anni di missione a Roma. Il suo sorriso e la sua gioia per la sua nuova destinazione ci parlano della qualità di un cuore missionario. Da quando ha ricevuto la notizia del suo invio a Lomé, in Togo, il sorriso non è mai sparito dal suo volto. Per lei è come aver vinto il premio della sua vita: vivere la missione in Africa.

Molti anni fa, quando studiava medicina in Francia, è andata in Africa 2 volte per fare le pratiche là. Le è successo quello che succede a tanti che vanno là a fare volontariato: "il mal d'Africa", s'è innamorata di questo continente, della sua gioventù, della sua gioia, della sua capacità di far festa anche nelle difficoltà. Sì, Africa è un continente molto bisognoso da una parte, ma anche molto ricco di valori, d'amore e rispetto per la vita, per Dio e per gli altri.

Il 25 giugno abbiamo fatto una messa d'invio, nella parrocchia di San Frumenzio, a Roma, dove lei ha vissuto la missione per alcuni anni. Questa celebrazione è stata un momento d'invio e di chiamata: Abbiamo inviato Isabelle e abbiamo ricevuto la chiamata per ciascuno di noi a vivere la nostra missione lì dove viviamo.

Vi racconto una conversazione che mi è piaciuta: Una persona africana diceva a Isabelle: Non ti capisco, io sono voluta andare via dall'Africa e tu ci vuoi andare. Lei ha risposto: Là mi aspetta il mio sposo, il mio amico, mio fratello, il Signore Gesù. Lui ha fatto della mia vita un regalo per l'Africa e ha fatto dell'Africa il regalo più grande per me.

Ci uniamo alla gioia di Isabelle e della comunità di Lomé. E desideriamo che tutti noi possiamo sentire che la nostra missione, nello studio, nel lavoro, nella famiglia, è un regalo per noi e noi un regalo che arricchisce il luogo in cui ci troviamo.

Rosaura



Commenti

  1. Grazie mille per questa testimonianza e per la condivizione.
    Sì davvero che bellissimo percorso con Dio.
    Catherine

    RispondiElimina
  2. Grazie mille per questa testimonianza e per la condivizione.
    Sì davvero che bellissimo percorso con Dio.
    Catherine

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Ahora sí comprendí, es que lo traduje. Me lleno de alegría que definitivamente estés en África Ida!!! Sabía de tu deseo y finalmente El Señor dijo ¡Bueno, ya es hora! Te quiero muchísimo 💕 y los hermanos africanos te van a querer igual. Sos un regalito de Dios.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Diario in situazione di guerra (2)

“Dio vi ama così come siete. Non abbiate paura”

Andiamo in missione in Perù!