Rinnoverai la faccia della Terra

 Quest’anno, la Vigilia di Pentecoste è stata speciale: per la prima volta si è svolto un incontro virtuale latinoamericano per giovani.

Ci siamo infatti collegati con 80 giovani provenienti dalla Colombia, dal Perù e dall’Argentina per pregare insieme, condividere la fede e lo Spirito come nel giorno di Pentecoste.

Quanto ci fa bene incontrare altri giovani, che vivono situazioni simili alle nostre e che vogliono viverle secondo i valori del Vangelo!

All’inizio della veglia, abbiamo presentato le realtà sociali, politiche e personali che stiamo vivendo nei nostri paesi e abbiamo chiesto allo Spirito la sua presenza, la sua consolazione e la sua forza. A volte le situazioni che attraversiamo o che vediamo al telegiornale ci lasciano impotenti, tristi o arrabbiati. Ci sentiamo infatti piccoli di fronte alle sfide che sembrano più grandi di noi.

In quei momenti possiamo reagire fuggendo da questa realtà o rimanendo spettatori. A volte però, in mezzo a queste difficoltà, ci sono situazioni che ci provocano empatia, gratitudine e speranza. Nel nostro cuore ci sentiamo, per così dire, chiamati a non rimanerne fuori: tutti abbiamo la capacità di impegnarci, di prendere la vita sul serio, come ha fatto Gesù e di influenzare positivamente gli ambienti in cui ci troviamo.

Tre giovani, dal Perù e dalla Colombia, ci hanno dato la loro testimonianza, condividendo come si sentono riguardo alla situazione attuale e come cercano di trasformarle.

Grazie a loro abbiamo capito che siamo noi giovani coloro che possono costruire il futuro, e che ognuno di noi può essere protagonista del cambiamento che vogliamo vedere nel nostro intorno.

Dopo le testimonianze c’è stato un momento di adorazione davanti a Gesù Eucaristia, dove ognuno poteva pregare, chiedendosi: Come posso impegnarmi?

Condividendo poi i nostri impegni, ci siamo sentiti veramente una comunità di giovani credenti, che vogliono mettersi nelle mani di Gesù e che vogliono andare avanti con speranza, sostenendosi a vicenda.

Due giovani, dopo la veglia ci hanno lasciato queste due testimonianze:

·       “Questa Pentecoste mi lascia una grande gioia nel cuore, perché in comunità lo Spirito Santo arriva sempre. Nonostante le cose pesanti che stanno accadendo nel mondo, abbiamo ancora speranza che Dio ci stia aspettando sempre. Questa è l'unica cosa che abbiamo sicura: l'amore di Dio che ci aspetta in tutto ciò che accade”. (Mateo, Colombia)

·       “Che piacere poter condividere la Veglia di Pentecoste con i fratelli dell'Argentina e della Colombia. Ho potuto ricevere lo Spirito Santo nel mio cuore e so che con Lui tutto sarà possibile. (Lesly, Perù)                                   

                                                 Annette Wiesmann


    








 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Diario in situazione di guerra (2)

“Dio vi ama così come siete. Non abbiate paura”

Andiamo in missione in Perù!